Uovo di Fluorite

DSCN0447Per chi vuole mantenere le redini della propria vita e viverla autonomamente la fluorite offre il giusto sostegno al libero pensiero. Aiuta ad essere consapevoli di eventuali interferenze esterne che potrebbero impedire o ritardare il raggiungimento di tale obiettivo. Rende creativi e fantasiosi. Aiuta ad equilibrare la stasi col dinamismo.  Fa prendere coscienza delle proprie emozioni represse lasciando che affiorino un po’ per volta.  Aiuta a superare le idee fisse e la ristrettezza di vedute. Sul piano fisico stimola la rigenerazione delle mucose, soprattutto delle vie respiratorie. Aiuta a ritrovare, o a mantenere, una certa flessibilità sia mentale che fisica. Stimola l’attività del sistema nervoso al fine di alleviare le allergie di origine psicosomatica.


La forma dell’uovo rappresenta, più o meno per tutte le culture e mitologie, il contenitore primario della vita in formazione. E’ la forma che più di altre riporta al significato proprio della vita.
Uno dei tanti miti esistenti sull’uovo ci porta in Cina:   “Per la religione taoista cinese (IV sec. d.C.), si descrive il mito di Pangu, il creatore del mondo. Narra il mito che all’inizio c’era solamente il Caos, che ad un certo punto si coagulò in un Uovo Cosmico impiegando in questo processo 18.000 anni. All’interno dell’uovo i principi primordiali Yin e Yang si stabilizzarono fino a che non raggiunsero l’equilibrio. A questo punto, da questo equilibrio perfetto emerse il dio Pangu, un essere gigantesco dall’aspetto selvaggio, villoso e provvisto di corna (come il dio greco Pan, si noti la sottile analogia anche etimologica). Esprimendo il desiderio di creare, Pangu prese una pesante ascia e con essa spaccò in due l’Uovo Cosmico, creando dalle due metà la Terra (Yin) e il Cielo (Yang). Pangu mantenne il Cielo e la Terra separati ponendosi tra essi e sorreggendo il cielo al di sopra della terra, e nel frattempo cresceva e li separava sempre più, in un processo che durò altri 18.000 anni. In questa operazione fu aiutato da quattro creature: unatartaruga, il Qilin (un essere cornuto simile ad una Chimera greca), la Fenice e un dragone. Al termine del periodo, Pangu terminò la creazione trasformando il suo respiro in vento, la sua voce in tuono, il suo occhio sinistro nel sole, quello destro nella luna ed infine il resto del suo corpo in montagne e tutta la superficie terrestre.”  (fonte L’Angolo di Hermes)

Precedente Il Libro Magico degli Incensi, Oli e Infusioni di Scott Cunningham Successivo Geode in Agata